Emergenza casa: un sito a disposizione

on . Postato in Modena

Nato dal gruppo Facebook “Un tetto per la Bassa”, è on-line -anche se al momento in cui scriviamo con ancora molte pagine in fase di costruzione- un sito web pronto a diventare un database condiviso con i comuni emiliani per gestire l’emergenza casa del dopo sisma.


Sono già oltre 300 gli alloggi privati a disposizione degli sfollati, per un totale di circa 800 posti letto tra stanze a disposzione in casa con una famiglia e appartamenti sfitti, di cui il 90% in Emilia-Romagna. E si raccolgono anche offerte di camper, roulotte, casette di legno e alberghi.

“Un tetto per i cittadini della Bassa” è nato come gruppo Facebook ideato – d’accordo con l'assessore provinciale all’Ambiente e alla protezione civile di Modena Stefano Vaccari – per raccogliere i riferimenti delle persone disponibili a ospitare, senza distinzione di razza o religione, chi è rimasto senza casa in seguito al sisma che ha colpito soprattutto l’Emilia. E visto l'altissimo numero di contatti sia di chi cerca che di chi offre, da pagina Facebook, l’iniziativa si è trasformata in un sito Internet  (http://www.untettoperlabassa.it/) “per razionalizzare al meglio la domanda e l’offerta di alloggi e diventare così un database condiviso a disposizione delle amministrazioni locali”, spiega Vittorio Molinari, uno degli ideatori del progetto.