Errani: bilancio degli interventi a 6 mesi dal sisma

on . Postato in Modena

"Finita la ricostruzione, ci vogliamo presentare al mondo meglio di prima: il terremoto è stata una grande tragedia, ma anche una  occasione di grande qualificazione dal punto di vista sismico, ambientale, energetico, della ricerca, della produzione e del lavoro". Così il presidente dell'Emilia-Romagna e commissario alla ricostruzione Vasco Errani che ha tracciato, sei mesi dopo le scosse, un bilancio degli interventi realizzati e delle prospettive, dopo aver incontrato i sindaci delle zone colpite insieme a mezza Giunta regionale, coinvolta nella gestione commissariale in un nuovo metodo di lavoro istituzionale.

"Nessun terremoto - ha detto - aveva mai colpito un territorio dalle caratteristiche produttive come il nostro. Abbiamo dovuto inventare procedure e se ne dovrebbe fare tesoro". Ora, ha aggiunto, "siamo fuori dalla fase di emergenza e occorre accelerare sulla ricostruzione".

Tra gli ultimi provvedimenti presi, sono stati liquidati 21 milioni per 9.692 famiglie sfollate che usufruiscono del Contributo per l'autonoma sistemazione (Cas). Annunciata poi a giorni l'ultima ordinanza della ricostruzione vera e propria, quella per gli edifici che abbiano subito gravissimi danni (classificati 'E pesanti'), mentre è in vista anche l'assegnazione dei prefabbricati abitativi sia per gli ambiti urbani (poco meno di 800) che rurali (circa 170), volutamente in numero il più contenuto possibile, rispondente al reale
fabbisogno, molto inferiore ai 2.500 ipotizzati in precedenza.