Acer Modena: una campagna a favore degli sfollati

on . Postato in Notizie

Acer e le istituzioni modenesi hanno avviato una campagna per reperire dai privati alloggi da mettere a disposizione delle famiglie modenesi che ancora vivono nelle tendopoli: a distanza di una una settimana dal lancio ufficiale, sono già tante le segnalazioni arrivate ad Acer dai proprietari che intendono mettere a disposizione un alloggio per le famiglie terremotate.   

Il centro "La Lucciola" torna a brillare

on . Postato in Notizie

Il centro di terapia integrata per bambini disabili “La Lucciola” di Stuffione di Ravarino domenica 30 settembre 2012 ha inaugurato tre casette dove  verranno svolte le attività terapeutiche e didattiche dei bambini che non possono rientrare nella sede originaria del centro, rimasta fortemente lesionata dal sisma del 29 maggio.

Ecco come verrà utilizzato il ricavato di "Concerto per l'Emilia"

on . Postato in Notizie

1milione 189mila e 896 euro per sostenere la ricostruzione degli Ospedali di Carpi e Mirandola: consegnato l'incasso del "Concerto per l'Emilia". Dopo una visita ai cantieri del Ramazzini e del Santa Maria Bianca, si è tenuta una cerimonia alla quale, tra gli altri, hanno partecipato Beppe Carletti, leader de I Nomadi, il presidente della Regione Vasco Errani e il direttore generale dell'Azienda Usl di Modena, Mariella Martini. 

Il "Progetto per la Bassa" concretizza il suo impegno per i terremotati

on . Postato in Notizie

A 120 giorni dal lancio del “Progetto per la Bassa”, le somme raccolte (equivalenti a 25.500 euro di donazioni di privati, associazioni, ditte - e con la certezza, per impegni già assunti da alcune associazioni, di arrivare sicuramente al traguardo minimo di 30.000 euro) stanno permettendo di rendere operativi alcuni progetti programmati durante la missione effettuata nella prima metà di luglio 2012. 

Una lettera dal presidente di Rock No War

on . Postato in Notizie

Cari tutti,
come sapete ROCK NO WAR  è fortemente impegnata nel territorio sconquassato dal sisma, con il Progetto SCUOLA MATERNA a Medolla, e sin dall’inizio siete stati tutti coinvolti in questa catena di solidarietà.  Ci sembra importante quindi aggiornare tutti voi circa la situazione attuale:  

Online la guida per le imprese colpite dal terremoto

on . Postato in Notizie

E' stato pubblicato il depliant informativo per le imprese aggiornato al 7 agosto 2012.
Il depliant è stato realizzato per informare gli imprenditori e le imprese colpite dagli eventi sismici nelle province di Bologna, Modena, Ferrara e Reggio Emilia.
Nel documento sono stati sintetizzati e raccolti i principali interventi per superare l’emergenza e sostenere la ripresa dell’economia: dalll’agibilità sismica all'accertamento dei danni, dal riconoscimeto delle spese sostenute alle agevolazioni alle e poroghe delle scadenze.

Disponibilita' per gli aiuti dopo il sisma - Un network per incrociare bisogni ed offerte grazie a MELPYOU

on . Postato in Notizie

 logo-melpyou

Cari amici,

sono ancora oltre 6mila le persone che, a causa del sisma che lo scorso maggio ha colpito l’Emilia, non hanno potuto fare ritorno nelle proprie case, gente che ogni giorno viene assistita all’interno dei campi gestiti dalla Protezione Civile e nelle strutture coperte organizzate dai Comuni in collaborazione con le associazioni di volontariato del territorio. Accanto a queste, poi, ci sono moltissimi bambini che quotidianamente partecipano ai Centri Estivi organizzati sui territori, un modo per stare insieme e allontanare la paura. A due mesi dal sisma, insomma, l’emergenza in Emilia non è terminata, come ha spiegato alla redazione di VolontariaMo l’assessore provinciale alla Protezione Civile Stefano Vaccari: abbiamo ancora bisogno di te.
(clicca qui per leggere l’intera intervista a Stefano Vaccari)


Il Centro di Servizio per il Volontariato di Modena, per favorire l’incontro tra richieste di volontari che provengono dai territori colpiti dal sisma e candidature dei singoli cittadini, ha stretto un accordo di collaborazione con Melpyou, network nato per collegare tra loro gli enti senza scopo di lucro e le persone che hanno voglia di aiutare chi ha bisogno, mettendo a disposizione il proprio tempo libero. 
Se anche tu vuoi dare una mano nelle zone terremotate ti chiediamo di iscriverti a Melpyou. (clicca qui per collegarti alla pagina Volontariamo Terremoto e Melpyou)
Aiutare è facilissimo: dopo aver inserito i tuoi dati personali vai nella sezione “Gruppi Terremoto” ed entra nei gruppi che vorresti aiutare, in questo modo riceverai una mail ogni volta che questi gruppi inseriranno una richiesta d’aiuto. Nella sezione “Eventi Terremoto”,  invece, puoi verificare costantemente chi, dove e quando ha bisogno di aiuto. Se sei disponibile ad aiutare, puoi prenotarti direttamente online e sarai contattato dagli organizzatori. 

In ogni caso, se desideri ricevere informazioni sulle associazioni del tuo territorio, puoi fare riferimento al Centro di Servizio per il Volontariato, che saprà aiutarti a trovare l’associazione più adatta alle tue esigenze e attitudini. Per la provincia di Modena: www.volontariamo.it/il-csv
Per gli indirizzi dei CSV delle altre città, puoi consultare CSVnet  


Grazie per l’attenzione…e per il tuo aiuto

Lo staff di Volontariamo Terremoto 

Stimati danni per oltre 11,5 miliardi

on . Postato in Notizie

Ammontano a oltre 13,2 miliardi di euro i danni registrati nelle aree colpite dalle scosse del 20 e 29 maggio scorsi, di cui circa 11,5 miliardi di euro nella Regione Emilia-Romagna. Di questi, circa 3 miliardi  e mezzo sono i danni agli edifici privati (la quasi totalità ad uso abitativo), oltre 732 milioni quelli agli edifici pubblici, 117 milioni e mezzo i danni alle infrastrutture (rete viaria e ferroviaria, sistema idraulico, rete idrica, fognature, gas e rifiuti). I danni al patrimonio storico e artistico ammontano a  2,7 miliardi, quelli alle attività produttive (industria, servizi e agricoltura) a poco più di 5 miliardi.

Stage universitari nelle aziende colpite dal terremoto

on . Postato in Notizie

Gli studenti di Unimore scelgono di svolgere lo stage formativo facente parte del loro percorso di studi a supporto delle aziende colpite dal terremoto, mettendo a disposizione le proprie competenze e condividendo con tutta la citrtadinanza il loro operato: infatti,caricheranno  sul portale www.facciamoadesso.it le informazioni di quelle realtà economiche meno abituate ad utilizzare strumenti digitali ma, soprattutto, a raccontare le loro storie e i loro prodotti, all'insegna di una consulenza marketing di qualità.