Gavello canta "We are the champions"

on . Postato in Notizie

Le note di “We Are The Champions” hanno fatto da colonna sonora alla festa organizzata Domenica 7 Ottobre dagli abitanti di Gavello, paese di circa 700 abitanti vicino a Mirandola, per ringraziare tutti quanti hanno contribuito a sostenere con il loro aiuto la tendopoli costruita e gestita dai paesani stessi dopo gli eventi sismici dello scorso Maggio. 

Il terremoto, oltre a distruggere la Chiesa ed il Centro Civico, i luoghi pubblici più importanti nel paese, ha lasciato senza tetto una quarantina di famiglie. Il mancato arrivo della Protezione Civile ha indotto alcuni volontari Gavellesi a costruire una tendopoli con le capannine usate solitamente per le feste paesane che ha ospitato circa un centinaio di persone per oltre un mese, tra cui numerosi anziani.

"La tendopoli è stata interamente gestita dai volontari di Gavello. La cucina, ricostruita recuperando dal Centro Civico inagibile fornelli, frigoriferi e pentole, ha funzionato perfettamente grazie alle donne del paese che per oltre un mese hanno cucinato per oltre cento persone. Altri hanno lavorato per costruire impianti elettrici, risolvere problemi idraulici, montare condizionatori e ventilatori per combattere l’afa dei mesi estiv" ci racconta il volontario Giulio Oliani. 

La tendopoli, costruita e gestita autonomamente, ha permesso di vivere quelle giornate dolorose ed angoscianti in una maniera più serena e di affrontare tutti insieme la disgrazia capitata proprio come una comunità unita. Ciò non sarebbe stato possibile senza l’aiuto di tantissimi privati ed associazioni che sono accorsi da tutta Italia per portare i loro aiuti alla tendopoli di Gavello.

Per omaggiarli della loro generosità, i volontari di Gavello hanno organizzato un pranzo di ringraziamento sotto la tendopoli il 7 Ottobre scorso. Sono arrivati in 120 da Bologna, Pavia, Milano, Marostica (VI), Spilamberto, Prato, Parma e Modena: volontari di diverse associazioni, donatori privati, Vigili del Fuoco e Gavellesi insieme per ricordare quei terribili giorni e, paradossalmente, ringraziare il terremoto che ha fatto conoscere persone dal cuore grande.

Nel corso della giornata l’assessore ed i Volontari di Marostica hanno consegnato alcune targhette con l’immagine della loro città a diversi volontari di Gavello che, nonostante il loro “essere terremotati”, si sono distinti nella costruzione e nella gestione della tendopoli. Anche i volontari di Gavello hanno voluto donare a tutti i partecipanti una pergamena con una dedica per ringraziare tutti della loro disponibilità, in modo che potesse rimanere un segno tangibile del loro grande operato in una situazione di estrema emergenza come questa.

Con la promessa di ritrovarsi tutti insieme l’11 novembre alla tendopoli di Gavello per celebrare la Festa del Ringraziamento con la benedizione dei trattori ed il tradizionale mercatino, la giornata di festa si è conclusa tra gli abbracci generali sulle note di “We Are The Champions”, perché questi sono i campioni che, insieme, hanno sconfitto il sisma.