Croce Blu - San Felice

on . Postato in Uncategorised

A.V.P.A. CROCE BLU DI SAN FELICE chiede fondi per la sistemazione del TETTO DELLA SEDE

Chi sono
A.V.P.A. CROCE BLU DI SAN FELICE SUL PANARO- MEDOLLA- MASSA FINALESE – Onlus
www.blusanfelice.org

Cosa fanno
L’associazione svolge attività sanitaria nel trasporto di pazienti non autosufficienti grazie ad una autoambulanza per servizi ordinari inter ospedalieri e attività di emergenza urgenza in accordo con il 118. Attività di trasporto sociale con altri mezzi per disabili, anziani, bisognosi presso strutture sanitarie del territorio per terapie, visite, ecc.
Assistenza pomeridiana in sede a ragazzi diversamente abili.
Corsi di informazione sanitaria rivolta alla popolazione e volti al reclutamento di nuovi volontari.

Cosa è andato distrutto/cosa chiedono

La sede dell’associazione in Via Garibaldi a S. Felice è stata dichiarata agibile, ma la copertura in legno della stessa a seguito del sisma presenta avvallamenti di preoccupante rilievo in prospettiva di future nevicate. Internamente il fabbricato presenta diverse crepe e cavillature anche su muri portanti, alcuni dei quali, per altro, con le nuove normative antisismiche non sarebbero consentiti dello spessore limitato che hanno attualmente. L’associazione chiede fondi per il ripristino della copertura in legno, oltre che sistemazione della muratura e consolidamento e spessoramento dei muri non conformi alla nuova normativa antisismica.

La sede di Via Garibaldi per insufficienza di spazi non può accogliere altre associazioni, ma la Croce Blu è pronta a valutare la possibilità di costruire una nuova sede -su di un lotto di proprietà del Comune di S. Felice posto in prossimità della nuova sede dei Vigili del Fuoco- da condividere con la locale Protezione Civile. L’idea era già stata valutata nel 2003 ma poi non ha avuto alcun seguito.

Attualmente, per una tranquillità più dei volontari che per pericolo reale, molte attività sono svolte in container esterni.

Quanto occorre

Importo necessario per la realizzazione dei lavori: circa € 40.000. Il Comune di S. Felice -proprietario dell’immobile- non si è ancora espresso sulle sue reali intenzioni di intervento, pertanto l’associazione chiede l’intera somma alla Rete del Terzo Settore modenese.